Nicolò Bulega

Buonissimo esordio 2020 per il Team Federal Oil Gresini Moto2 che a Jerez de la Frontera ha schierato la formazione al completo per il primo test 2020 sotto l’attenta supervisione di Fausto Gresini. Tantissimi giri e altrettante prove per i due nuovi arrivati in casa Gresini Nicolò Bulega ed Edgar Pons e che hanno chiuso rispettivamente con il 5º e 8º tempo di categoria in questa due giorni.

Il clima mite andaluso ha aiutato il duo Federal Oil a portare avanti in perfetto timing il programma di lavoro il cui primo punto ritrovare le sensazioni di fine novembre sulle Kalex motorizzate Triumph numero 11 e 57.

Per Bulega c’è stato tempo per continuare il lavoro di ieri e per migliorare di ben mezzo secondo il suo miglior crono di ieri. Oggi l’italiano ha chiuso infatti con un 1’41.9 entrando così di fatto nel gruppo di testa della classe intermedia.Pons, vicinissimo ai tempi del compagno di squadra (+0.154s) , ha lavorato soprattutto sul setting della moto e sull’adattamento agli pneumatici, molto diversi rispetto alla sua recente esperienza.



NICOLÒ BULEGA #11 1’41.903 (158 GIRI)

“È stato un buon esordio, abbiamo lavorato tanto per capire al meglio la moto e le gomme e devo dire che ci siamo riusciti. Sono soddisfatto e devo ammettere che col team c’è un ambiente fantastico: serenità e professionalità vanno di pari passo e così è più facile lavorare bene. In generale comunque due giornate di lavoro molto importanti, ho girato tantissimo e credo che arriviamo preparati agli IRTA”.

EDGAR PONS #57 1’42.057 (161 GIRI)
“Sono soddisfatto…Era il primo test dopo la pausa invernale e tutto ti sembra nuovo e diverso da come lo ricordavi. Devo dire che con la squadra abbiamo fatto un ottimo lavoro, trovando un buon setting e tempi già competitivi. Abbiamo girato tantissimo in questi due giorni e non siamo stati lontani dai primissimi. Ad ogni uscita miglioriamo e ci avviciniamo alla vetta, siamo già a meno di un secondo e avendo appena 4 giorni d’esperienza con questa moto non è per nulla male. C’era da quadrare il mio stile di guida con il setting della moto e ci siamo riusciti. Mi manca conoscere un po’ meglio le gomme, ma noto un miglioramento ad ogni uscita sia a livello di tempi che di ritmo.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *